Smiting 2017 sarà “radioso”.

Ogni piccola rivoluzione trova resistenze: la novità spaventa ma, se sana, è la fucina per nuova e intensa energia. Ogni passo avanti che si fa, più saldo e produttivo lo sarà, se con uno sguardo indietro.
In Smiting 2017 si creerà una utopica mini-città che parte dall’Ala Nuova del Museo della Città, RADIOSITY e si estende alla Cineteca e al Teatro Ermete Novelli, con una propria Radio e stradario, mostre tra musica, arte grafica, tecnologia online e open source, omaggi alla Radio, libera in FM e ora web, come concetto espressivo universale di libertà, creatrice di vere e proprie comunità e la sua presenza in finestre specifiche storiche e sociali, internazionali, italiane e territoriali.


Anche questa ottava edizione sarà ricca quindi di appuntamenti come la speciale proiezione in Cineteca comunale il 7/04 di “Lo chiamavano Jeeg Robot” e la consegna del Premio Smiting all’autore del soggetto Nicola Guaglianone e a Roberto Marchionni “Menotti” assieme sceneggiatori del film.

Si proseguirà con la mostra ed eventi ad ingresso libero “Radiosity – libertà ON AIR-” all’Ala Nuova del Museo della Città 8-25 aprile, che parte dall’esposizione di Giorgio Vivaldi “P(A)NKPOSTPUNK, ribellione giovanile nei solchi dei vinili degli anni Settanta” e di altri collezionisti e artisti, tutti con esperienza nella cultura alternativa del riminese, avendo realizzato realtà di culto quali Slego, Aleph ed altre. Reperti e testimonianze di radio libere, incluse Radio Alice e Radio Talpa e con i protagonisti e attuali speaker djs su FM e web nell’area romagnola estesa. Ci saranno molte e differenti visioni Radiosity sulla libertà perseguita in forme sorprendenti.
Attorno ai ponti di Pasqua e del 25 aprile, proposte multidisciplinari per adulti e bambini.

Il 21/04 una grandissima presentazione, Mabel Morri con il suo ultimo lavoro, “Il GIORNO più BELLO” e a seguire la “Smiting Soirée”, talk show ironico tra presentazioni, cortometraggi, esiti del “Non Sense Contest”.

Il 22/04 conversazioni e approfondimenti con i grandi della musica rock d’autore italiana come Andrea Chimenti e Antonio Aiazzi dei Litfiba.

Quindi concerti sempre.
Dal live dei Sonic Jesus il 15/04 in una serata fuori porta, allo “Smiting Black-out”, appuntamento musicale in esclusiva Smiting Festival che domenica 23 aprile al Teatro Novelli ospiterà la data eccezionale di “Nulla è andato perso” di Gianni Maroccolo, pilastro della musica rock d’autore italiana degli ultimi 30 anni con un collettivo straordinario: Andrea Chimenti, Antonio Aiazzi (Litfiba), Beppe Brotto, Simone Filippi (Üstmamò). Protagonista la musica che Maroccolo ha realizzato nell’arco della sua carriera con Claudio Rocchi, Litfiba, CCCP e CSI e sorprendenti divagazioni di pregio (come verso Battiato, Capossela, Joy Division).
Il set di apertura speciale sarà della musica preziosa e fuori dal tempo di Amerigo Verardi, che dialogherà anche musicalmente con gli altri musicisti durante la lunga notte di musica.

Ci sarà molta Libertà ON AIR

 

[ Credits visual & communication / eudesign – icons by Leremy ]